I bisnenti

Commedia di Aldo Durante

     

 La commedia si rifà al'ultima fase dell'epopea dei Bisnenti del Montello, quella che precede e segue la riforma Bertolini del 1892. Questa commedia, pur rappresentando momenti di comicità, suscita talora un riso amaro e fa riflettere, perchè nasce da uno sfondo umano e sociale tetro e senza speranza.
Due famiglie sono le protagoniste della storia messa in scena: quella dei Brocon, noti con il soprannome significativo di Sbornia, e quella degli Acquasanta.
Esemplare della miseranda condizione dei Bisnenti è la famiglia Brocon, cui è negata ogni possibilità di riscatto umano e sociale, infatti tenteranno inutilmente di uscire dalla loro condizione di bisnenti.
Sull'altro fronte c'è la famiglia degli Acquasanta, famiglia di ex bisnenti ora diventati piccoli commercianti, cioè titolari di un'osteria. Costoro, da poco usciti dalla miseria, sentono sul collo il fiato maleodorante della povertà recente, sanno che le loro fortune sono in qualche modo legate al mondo precario dei bisnenti, e cercano in ogni modo un benessere più certo e stabile.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se scegli di proseguire nella navigazione, esprimi il consenso all'uso dei cookie. Seguendo l'apposito link potrai accedere alla nostra cookie & privacy policy. Continua a leggere.

Accetto i cookie da questo sito e